Microsoft Bing e Intelligenza Artificiale

Oggi vi parleremo di Bing, il motore di ricerca di Microsoft che utilizza l’Intelligenza Artificiale per offrire un’esperienza di ricerca completamente nuova e coinvolgente.

COS’È BING?

Bing oltre ad essere un motore di ricerca tradizionale, è anche un assistente virtuale che ci accompagna nella navigazione del web. Grazie all’Intelligenza Artificiale, Bing può analizzare i dati provenienti da tutto il web per trovare e riassumere la risposta alla nostra domanda in modo rapido e preciso. Bing ci offre anche la possibilità di interagire con una chat interattiva, che ci permette di affinare la ricerca e di chiedere ulteriori dettagli, chiarezza e idee.

E se vogliamo cercare contenuti correlati alle nostre ricerche, Bing è dotato di funzionalità multimodali, che ci consentono di caricare immagini e di cercare contenuti correlati sul web. Ad esempio, se vogliamo comprare un televisore, possiamo caricare una foto del nostro salotto e chiedere a Bing quali modelli si adattano meglio al nostro spazio. Inoltre, Bing può anche generare contenuti per noi, aiutandoci a scrivere un’e-mail, a creare un itinerario di viaggio, a preparare un colloquio di lavoro o a creare un quiz.

BING E OPEN AI

Bing è il primo motore di ricerca al mondo ad integrare l’IA di OpenAI, una società leader nello sviluppo di tecnologie basate sul deep learning e sul natural language processing. Grazie a questa integrazione, Bing è in grado di offrire una ricerca migliore, risposte più complete e una nuova esperienza di chat. Inoltre, Bing cita tutte le sue fonti, rendendo disponibili i link ai contenuti web a cui fa riferimento.

Se volete provare Bing con AI, potete accedere direttamente a Bing.com oppure scaricare il browser Edge, per scoprire così con i vostri occhi la potenza dell’Intelligenza Artificiale.

BING IMAGE CREATOR: IL BROWSER MICROSOFT EDGE INTEGRA LE IMMAGINI GENERATIVE TRAMITE AI

All’interno di Microsoft Edge, nella modalità creativa della chat, avete la possibilità di chiedere a Bing di creare una nuova immagine utilizzando soltanto le parole. È sufficiente scrivere “creami un’immagine di” o “disegnami un’immagine di” e otterrete esattamente ciò che state cercando. Image Creator funziona meglio quando vengono fornite descrizioni dettagliate, quindi è meglio aggiungere dettagli come aggettivi, luoghi o persino stili artistici come “arte digitale” e “fotorealistico”.

Per esempio, anziché scrivere “creami un’immagine di una creatura”, puoi provare a scrivere “creami un’immagine di un orso panda arancione che indossa occhiali da sole sulla spiaggia, arte digitale”.

COME POSSIAMO UTILIZZARE BING AL MEGLIO PER LA SEO?

Ecco cosa devi sapere per cogliere le nuove opportunità di visibilità per il tuo brand:

  • SEO su Bing: sebbene Google resti leader del settore e principale motore di ricerca utilizzato in tutto il mondo, non è da sottovalutare l’ascesa di Bing: 100 milioni di utenti giornalieri, di cui un terzo di nuovi utenti, non sono piccoli numeri, anzi. Il tuo pubblico potrebbe sempre più essere presente in Bing e farti trovare tra i primi risultati anche nel motore di ricerca di Microsoft sarà imprescindibile per vincere la concorrenza online.
  • Ripensare i contenuti in ottica AI: se sempre più utenti utilizzeranno i motori di ricerca ottenendo risposte dal chatbot integrato, sarà indispensabile che l’AI ottenga le informazioni da dare agli utenti attingendo da fonti che reputa le più autorevoli. Dovrai allenare l’AI e i motori di ricerca a considerarti fra queste, in modo da apparire tra le fonti citate dal chatbot e guadagnare punti agli occhi dell’utente e possibile traffico al sito web.
  • Tenere traccia delle performance: per un’ottima SEO su Bing, sarà necessario utilizzare anche Bing Webmaster Tool, lo strumento di Microsoft analogo a Google Search Console. Padroneggiare le piattaforme dei vari motori di ricerca sarà fondamentale per un’accurata analisi delle performance.

ADVERTISING

L’AI sta rivoluzionando il mondo dell’advertising online. Ecco alcuni punti chiave da considerare:

  • Prestazioni più accurate: l’integrazione dell’AI nei motori di ricerca come Bing o Chrome sta permettendo alle aziende di ottenere risultati sempre migliori. Ciò potrebbe portare ad un passaggio da una logica di costo per click a una logica di costo per acquisizione, aumentando la spesa ma anche l’efficacia dell’advertising.
  • Integrazione dell’advertising nelle chat: con l’aumento dell’uso dei chatbot, i motori di ricerca potrebbero introdurre spazi per risultati sponsorizzati. Come questa forma di advertising si svilupperà è ancora da scoprire.

BING E GOOGLE: RIVOLUZIONE SEO, ADV E NON SOLO

L’Intelligenza Artificiale sta rivoluzionando il mondo dell’advertising online, consentendo alle aziende di ottenere risultati sempre migliori. L’integrazione dell’advertising nelle chatbot potrebbe portare a una nuova forma di advertising, mentre l’investimento di Bing e Google potrebbero diventare una leva molto interessante per l’advertising online, non solo per la SEO, ma anche per la SEM.

Per rimanere competitivi, è essenziale prepararsi alle novità e affidarsi a un partner esperto in grado di supportarti nei servizi SEO e non solo.

 loading=

Altri post che potrebbero interessarti

Vuoi prenotare un appuntamento?

Fissalo in base alle tue esigenze, Andreas è a tua disposizione!

Il tuo percorso comincia contattandoci

Inviaci un messaggio scrivendoci i tuoi obiettivi.