Lo sapevi che ogni giorno vengono inviate più di 290 miliardi di e-mail?


Uno degli strumenti di Web Marketing più diffuso e conosciuto è proprio l’Email Marketing: ma in cosa consiste e da dove nasce?

La prima e-mail, inviata da Ray Tomlinson tra il 1971 e il 1978, ha aperto la strada a questa nuova modalità di comunicazione tra Brand e Clienti o potenziali tali. Il messaggio di questa prima mail non conteneva nulla di speciale, se non una serie di numeri e lettere, ma il suo invio segnò l’inizio di qualcosa di più grande.

Ma fu Gary Thuerk, Marketing Manager della Digital Equipment Corp, ad inviare la prima Newsletter con scopi commerciali ad una serie di indirizzi e-mail: ecco quando nacque definitivamente l’Email Marketing!

Definito dagli esperti del digitale come “l’eccezione alla regola” l’E-mail Marketing è lo strumento che più di tutti gli altri si adatta a tutte le tipologie di aziende, dalle realtà più numerose a quelle più ridotte, indipendentemente dal settore di appartenenza.

Ma prima di addentrarci mettiamo subito in chiaro una cosa: l’E-mail Marketing funziona se fatto coscientemente! Molti tendono a confondere questa operazione con l’invio massivo di newsletter uguale per tutti i destinatari ma, al contrario, è fondamentale creare e-mail con contenuti rilevanti e il più possibili personalizzate.

In questo articolo vedremo nel dettaglio come realizzare un’efficiente campagna di E-mail Marketing tramite una guida dettagliata di tutte le azioni da compiere per non perdere più nessun cliente.

Partiamo subito!


È tutto vero: ecco perché l’E-mail Marketing è il canale giusto per la tua attività!

 

L’E-mail Marketing è una delle strategie di Direct Marketing più proficue in assoluto. Le e-mail, oltre ad essere il modo più economico per promuovere i tuoi prodotti comunicando in modo diretto con i tuoi clienti, rimangono il modo più efficace per coltivare i lead e aumentare la fedeltà dei tuoi clienti.

Quando parliamo di proficuità facciamo riferimento ad un acronimo che chi ha già esperienza nel campo del Digital Marketing avrà sentito nominare spesso: il ROI.

Un acronimo “Return of Investement” (ritorno dell’investimento) che fa da indicatore preciso nella misurazione dell’efficacia economica della campagna.

Il ROI risponde a una domanda molto semplice ma, al tempo stesso, indispensabile per chi attua un approccio strategico all’E-mail Marketing: quanto “rendono” le campagne a fronte dei costi sostenuti per metterle in atto?

Niente paura, il ROI dell’investimento che attuerete per la vostra campagna di E-mail Marketing sarà sempre più alto di ogni altra campagna messa in atto su altri canali Digital.

Pensate che l’associazione DMA (Data & Marketing Association) ha stimato un ritorno d’investimento (ROI) dell’E-mail Marketing pari a 32,28 $ per ogni dollaro speso.

Dato influenzato sicuramente anche dalla prospettiva positiva con cui l’utente approccia alle svariate quantità di e-mail in arrivo ogni giorno nella sua casella di posta.

Questa attitudine positiva verso la posta elettronica è stata condivisa da Skip Fidura, Direttore Strategy & Insight di Dotmailer e Presidente del Comitato di Marketing responsabile del DMA, che ha affermato: "Come i consumatori, i professionisti del marketing amano ancora la posta elettronica e la amano perché funziona. Tutte le metriche di processo standard, i tassi di apertura, i tassi di clic e, soprattutto, i tassi di conversione sono aumentati. Questo a sua volta fa aumentare il ROI ".

 

 

grafico

 

Vediamo quindi perché l’E-mail Marketing è uno strumento di cui il tuo business aziendale non può assolutamente fare a meno:

 

  • Garantisce risultati eccezionali in termini di ROI
    Come appena illustrato, diverse ricerche di mercato mettono in luce di come l’E-mail Marketing sia lo strumento di marketing diretto in grado di generare i risultati maggiori rispetto ad altri canali di comunicazione online. Sapevi che il 99% dei consumatori controlla la posta elettronica su base giornaliera? Questo non si può dire con nessun altro canale di comunicazione online.
  • Riduce i costi
    Una campagna di E-mail Marketing non richiede un grande investimento, se non la spesa per l’acquisto di un software per l’invio dei messaggi promozionali. L’investimento rimane comunque irrilevante se pensiamo agli elevati budget che siamo soliti investire in pubblicità online e offline. Ti stai chiedendo se i social media hanno un tasso di conversione maggiore? Il valore medio dell’ordine effettuato da una mail è almeno tre volte superiore a quello dei canali social.
  • Crea un legame di fiducia tra Brand e Utente
    Con l’E-mail Marketing si riesce ad ottenere un contatto più intimo rispetto ad altri strumenti di comunicazione web: entrando nella casella mail dei tuoi clienti (o potenziali tali) ti sarà permesso di creare un canale di comunicazione “One to One”. Inoltre, un messaggio promozionale ben strutturato e con un’offerta speciale può essere inoltrato dall’utente destinatario della tua mail ad altri contatti incrementando così la tua Web Reputation aziendale.
  • Permette di colpire diversi target
    L’E-mail Marketing permette di personalizzare le tue mail rispetto ai vari target che vuoi raggiungere in base agli interessi, al modo in cui si posizionano i tuoi clienti rispetto al tuo sito web, alla loro localizzazione o rispetto al loro genere o età. Tutte cose che potresti sicuramente anche fare con campagne di Advertising sui Social Media, ma a quale prezzo?

lead generation

Vuoi diventare il campione dell’Email marketing? Impara a segmentare!

 

Inviare un numero massivo di e-mail per raggiungere i tuoi clienti, o potenziali tali, non porta da nessuna parte. Prima di avventurarti in qualsiasi operazione di E-mail Marketing impara ad ottimizzare la tua campagna.

 

L’ottimizzazione delle tue e-mail è un passaggio sicuramente importante che per essere svolto al meglio richiede una prerogativa fondamentale: conoscere il tuo pubblico.

 

Da dove partire allora per diventare il campione dell’E-mail Marketing?

 

Imparare a segmentare il tuo pubblico, analizzando il suo comportamento rispetto alla tua azienda, è il primo passo importante da compiere. La segmentazione implica un cambiamento nell’intero assetto della tua strategia di E-mail Marketing, dal momento che inciderà poi a cascata su ogni attività successiva.

 

segmentazione_ma_pillar

 

Segmentare adeguatamente la tua lista di utenti è fondamentale affinché ognuno riceva solo i messaggi di suo interesse.

 

È stato ampiamente dimostrato che la segmentazione dell’elenco di indirizzi mail aumenta le percentuali di apertura e riduce le percentuali di annullamento dell’iscrizione alla Newsletter.

 

Pensate ad Amazon, che utilizza l’E-mail Marketing come canale fondamentale per l’esperienza complessiva del cliente. Ogni e-mail che parte da Amazon e che arriva alla nostra casella di posta è personalizzata su di noi sulla base della nostra ultima azione rispetto al Brand. Ogni e-mail viene personalizzata utilizzando ogni frammento di informazioni che Amazon possiede rispetto ai propri utenti: comportamenti sul sito, acquisti passati, importo speso, posizione, età, sesso, etc.

 

Generalmente, per segmentare si parte da 3 criteri fondamentali:

 

  • Tipologia di utente: suddividere i tuoi clienti per genere, età, informazioni generali sulla persona come occupazione, settore di occupazione, taglia di abbigliamento, etc.
  • Comportamenti online: quali interessi ha dimostrato il tuo cliente in base ai suoi ultimi acquisti o ai prodotti che ha visualizzato?
  • Posizione geografica: elemento importante per chi non si occupa solo di E-commerce ma possiede anche un negozio fisico. Questo vi permetterà di diversificare le vostre offerte tra pubblico online e pubblico offline.

Sicuramente arrivato fino a qui ti starai chiedendo come puoi segmentare il tuo pubblico se hai un database ancora allo stato primitivo e stai muovendo i primi passi nel mondo dell’E-mail Marketing.

NIENTE PANICO!

Man mano che invierai sempre più e-mail raccoglierai continuamente informazioni sempre più pertinenti su chi sono i tuoi lead e su come raggiungerli e convertirli al meglio attraverso le tue campagne di E-mail Marketing.

Ti piacerebbe scoprire nel dettaglio i successi dell'E-mail Marketing?

Parola d’ordine? Personalizzare!


Una perfetta e-mail non inizia mai con “Caro Cliente” ma con “Cara Greta”, portando la comunicazione su un piano personale e facendo sentire l’utente al centro del messaggio. Vi sembra solo un dettaglio? Proviamo a scavare più in profondità.

 

Uno studio di Experian ha dimostrato che l’e-mail personalizzata offre un tasso di transazione 6 volte superiore a quelle non personalizzate.

Ma la personalizzazione non riguarda solo il saluto con cui si apre la mail, ma anche molti altri campi dell’e-mail.


Oggetto della mail

 

Come ben saprai gli utenti aprono solo le e-mail che generano in loro la curiosità e che ritengono affidabili. Sapevi che il 47% dei destinatari di posta elettronica apre un'e-mail solo in base alla riga dell'oggetto? Allo stesso tempo, il 69% dei destinatari di posta elettronica segnala la posta elettronica come spam basandosi esclusivamente sulla riga dell'oggetto. Perchè ciò avviene?

 

Ecco i punti chiave per fare colpo sull’utente:

 

Chiamami con il mio nome

L’azione più semplice per far aumentare le percentuali di clic è personalizzare l’oggetto con il nome dell’utente. Le righe dell’oggetto che includono il nome dell’utente aumentano i tassi di apertura del 10-14% in tutti i settori di azione dei Brand.

 

open rates
Invitami a fare un’azione
Altra cosa importantissima per chi si approccia al mondo dell’E-mail Marketing è inserire nell’oggetto un invito all’azione, come mostrato in questi esempi (cambiare i nomi all’interno)

 

tabella

Fammi percepire l’urgenza
La paura di perdere un’occasione fa scattare nell’utente l’irrefrenabile voglia di aprire la tua mail. Puoi usare questo meccanismo nelle righe dell’oggetto aggiungendo un invito alla scarsità o all’urgenza. Ad esempio? “ [URGENTE] Hai UN SOLO GIORNO per guardarlo ..."

Sfama la mia curiosità
L’essere umano è per sua natura curioso, e fare leva su questa attitudine è tuo compito quando ti accingerai a scrivere l’oggetto della tua e-mail. Potrai incuriosire il tuo database di contatti con delle domande o promettendo qualcosa di interessante. Ad esempio? "L'ultimo giorno per vedere di cosa tratta questa mail misteriosa”

L’ironia ci salverà
Un oggetto che fa ridere farà compiere l’azione di clic al tuo destinatario. Certo, non tutti possono adottare questo approccio poco istituzionale, ma trovare il giusto equilibrio è la chiave per aumentare il tasso di apertura. Un esempio? "Patti che ci rendono orgogliosi (a differenza di nostro nipote, Steve)" (Groupon)

Colpisci il mio tallone d’Achille
Se conosci davvero il tuo pubblico conoscerai anche il suo punto debole. Poniti come colui che può risolvere il problema dei tuoi interlocutori in maniera pratica e veloce. Un esempio? “I tuoi problemi di bellezza risolti” (Sephora)


Non stai dimenticando qualcosa? L’E-mail Mobile Friendly!

 

Quando progetti la tua e-mail ricordati il principio base: devi essere chiaro! Il tasso di attenzione medio dell’utente si aggira attorno ai 7-8 secondi e, proprio per questo, ti suggeriamo di disporre tutti gli elementi della tua mail in un ordine ben preciso di importanza in modo tale che le persone possano scansionare rapidamente e trovare il focus in maniera rapida e veloce.

 

Ti stai chiedendo il perché? Lo sapevi che più del 49% degli utenti apre le e-mail solo sullo smartphone?

Per questo è arrivato il momento di rendere le tue e-mail responsive al 100% da ogni dispositivo mobile.

Una recente ricerca di E-mail Marketing ha rilevato che solo l’11% delle aziende progettano le loro e-mail utilizzandoo un design responsive. Pensate che il 44% utilizza ancora un design solo per Desktop compiendo un gravissimo errore considerando che quasi il 50% degli utenti legge le e-mail dal proprio smartphone.

 

percentage
Ma prima di addentrarci oltre facciamo un po’ di chiarezza sulle 3 diverse tipologie di adattamento che la tua mail può avere o non avere.

 

smartphones
Tralasciando il “Not Responsive” per ovvi motivi, addentriamoci subito nel Mobile Friendly. Questa modalità di creazione della mail rappresenta il tenere in conto fin dal principio di come verrà visualizzata la tua e-mail sia da desktop che da mobile. Qual è la differenza allora tra Mobile Friendly e Responsive?

Il primo modello non ridispone la griglia dei contenuti ma semplicemente si assicura che siano abbastanza leggibili su schermi di dimensioni variegate. Il Mobile Responsive, invece, garantisce una visualizzazione ottimale su qualsiasi schermo e dimensione andando a riposizionare la griglia dei contenuti seguendo regole ben precise presenti nelle media query CSS.

Quali sono allora gli elementi chiave da tenere in considerazione per realizzare un’e-mail responsive?

 

  • I contenuti devono essere inseriti in strutture modulari e non fisse. Questo permetterà che i contenuti che su desktop vengono visualizzati affiancati, su mobile si spostino automaticamente su una sola unica colonna, uno sotto l’altro.
  • Scegliere il giusto font è fondamentale per rendere una e-mail leggibile anche da uno schermo più ridotto come quello degli smartphone.
  • Rendere il bottone di Call-to-Action cliccabile anche da mobile. È importantissimo costruire la vostra e-mail affinché il bottone sia della dimensione giusta e nella posizione migliore anche da mobile.

Alla scoperta della Marketing Automation:
come rendere le campagne e-mail più efficienti?

 

Se sei arrivato fino a qui, stai davvero per diventare il campione dell’E-mail Marketing! In questa sezione scoprirai come la Marketing Automation potrà sia semplificarti la vita online, sia permetterti di ottenere ottimi risultati in termini di apertura e di conversione.

Ma iniziamo subito con il concetto base: la Marketing Automation altro non è che l’utilizzo di software specifici che automatizzano e semplificano l’invio ripetitivo di e-mail in base ai comportamenti degli utenti.

Il motivo principale da cui nasce l’E-mail Marketing Automation è molto semplice: puoi inviare il contenuto giusto alla persona giusta nel momento in cui compie l’azione desiderata.

Ma come avviene questo automatismo? Attraverso un trigger, un evento che diventa il grilletto per far scattare la sequenza che tu hai pianificato in precedenza. Alcuni esempi? L’utente che si iscrive alla tua newsletter, l’abbandono del carrello prima dell’acquisto, il download di una brochure o l’acquisto di un tuo prodotto.

Questo trigger viene generato tramite il software per l’invio di newsletter che sceglierai di utilizzare. Sul mercato sono presenti diversi sistemi, per citarne alcuni: Mailchimp, Mailup, Beepro, etc.

Fino a qui può sembrarti tutto molto facile, ma la cosa che devi tenere sempre ben in considerazione è che anche le e-mail automatiche devono essere il più personalizzate possibili sull’utente.

Ecco i nostri due consigli chiave per stilare un’ottima e-mail automatica di risposta:

 

  • Il lettore prima di tutto: Concentrati sui tuoi iscritti, scrivi le tue e-mail non per soddisfare le tue esigenze ma le esigenze di chi ti legge. Offri soluzioni, anche creative, per rispondere alle loro esigenze e ai loro problemi.
  • Personalizzare è tutto: Come abbiamo visto in precedenza, il contenuto della tua mail deve essere personalizzato sull’utente. Deve presentare il nome del tuo iscritto e deve avere un oggetto che catturi la sua attenzione: un’ottima riga dell’oggetto dell’e-mail attira la curiosità sul contenuto della stessa.

Vediamo assieme un esempio molto pratico.

Il tuo utente sta navigando sul tuo e-commerce, aggiunge un prodotto al carrello ma poi non conclude l’acquisto perché preso da mille dubbi e perplessità.

Una volta che l’utente ha lasciato il tuo carrello in sospeso, potresti dover dichiarare l’utente perso: ma questo non avviene grazie alla Marketing Automation.

Riuscite ad immaginare se in totale autonomia il vostro software di Marketing Automation inviasse un’e-mail che ricordasse all’utente il suo carrello abbandonato e lo invitasse, con un semplice click, a tornare sul sito e terminare l’acquisto? Niente più immaginazione con la Marketing Automation.

Ti stai chiedendo quali sono i messaggi automatici principali da impostare?

 

Ecco alcuni esempi:

 

  • Attivazione: un nuovo utente crea un nuovo account e automaticamente riceve, direttamente nella sua casella di posta, un’e-mail di benvenuto con alcune informazioni utili per muovere i primi passi all’interno del tuo sito.
  • Recupero: come visto in precedenza, il tuo utente abbandona il carrello e tu, tramite un’e-mail automatica, vai a recuperarlo direttamente nella sua casella di posta.
  • Sorpresa: premiare i tuoi clienti con degli sconti speciali o dando loro qualcosa di gratuito di tanto in tanto. Questa azione farà aumentare la fedeltà del tuo cliente.

Privacy Protector System: Chi tace NON acconsente!

 

Quando ci si appresta a fare una campagna di E-mail Marketing la cosa più importante è capire come raccogliere i dati degli utenti e come conservarli nel tempo.

È proprio il tema della raccolta del consenso e della conservazione dei dati che rappresenta il nodo attorno a cui si articolano le principali criticità per le aziende che vogliono gestire le loro campagne di e-mail Marketing.

Il nuovo Regolamento Europeo sulla Privacy entrato in vigore il 25 Maggio 2018 prevede che il consenso dell’utente sia valido solo ed esclusivamente quando raccolto tramite dichiarazione dell’interessato di accordo all’utilizzo dei propri dati. In semplici parole: il silenzio-assenso non vale più. È necessario che l’utente compia un’azione e dichiari la sua approvazione alla raccolta dei suoi dati personali e alla conservazione degli stessi secondo la normativa in vigore.

Una volta raccolto i dati, le aziende devono però essere consapevoli anche di come utilizzare tali dati e come tutelare i diritti dei destinatari.
Tra le novità introdotte dal GDPR troviamo sia il diritto all’oblio (l’utente può richiedere la cancellazione dei suoi dati), sia la portabilità del dato (l’utente può richiedere di trasferire i propri dati da un sistema di trattamento elettronico ad un altro).

Come adeguarsi allora al GDPR? Il Privacy Protector System, soluzione offerta da MM ONE Group, è uno dei tools della piattaforma DATA ONE big data platform, nato per essere integrato nei siti web. Questo sistema, attraverso un semplicissimo widget, permette di adeguare ogni pagina web, in cui vengono raccolti i dati degli utenti, al regolamento europeo sulla privacy del GDPR in vigore.

DATA ONE​ è infatti una piattaforma che permette l’elaborazione e l’immagazzinamento di grandi quantità di dati in totale sicurezza pronta a garantirti la possibilità di poterti avvalere degli strumenti più avanzati in ambito di Marketing, di Business Intelligence e di Marketing Automation. Tutti i dati dei tuoi utenti saranno centralizzati e conservati su server locati in Italia e potrai accedervi in ogni momento in cui l’utente vorrà rivendicare il suo diritto all’oblio o il diritto alla portabilità del dato.

 

data


Sono davvero pronto a creare il mio E-mail Marketing Plan e a misurare le performance delle mie campagne?

 

Arrivato a questo punto, ti starai chiedendo se sei davvero pronto ad iniziare la tua prima campagna di E-mail Marketing con il giusto approccio. Ecco, abbiamo le ultime cose da farti conoscere.

 

Per facilitarti il lavoro durante la creazione del tuo E-mail Marketing Plan abbiamo stilato una lista di punti da seguire per far in modo che la tua campagna abbia il massimo del successo!

 

  1. Imposta un obiettivo per la tua campagna e-mail
  2. Decidi i tipi di e-mail che invierai
  3. Crea e seleziona i tuoi segmenti di pubblico
  4. Pianifica gli invii e le e-mail di Marketing Automation
  5. Scrivi i contenuti delle tue e-mail seguendo i consigli visti fino ad ora
  6. Progetta le tue e-mail considerando il responsive design
  7. Testa e monitora la tua campagna e-mail


Una volta messi in pratica tutti questi punti sei pronto all’invio.

Ora che pensavi di poterti rilassare entra però in campo l’azione finale: sei pronto a misurare le performance della tua campagna?

Infatti, per ottenere i migliori risultati devi monitorare le prestazioni delle tue e-mail per identificare le aree che necessitano di un intervento di miglioramento.

Giustamente ti starai chiedendo come poter monitorare le tue campagne e quali dati prendere in considerazione per ottimizzare le tue campagne future.

Per esempio, se hai deciso di utilizzare MailChimp come servizio di E-mail Marketing, potrai monitorare le tendenze, le prestazioni per migliorare le tue campagne clic dopo clic.

I dati di analisi raccolti da MailChimp ti aiuteranno a capire.

  • Tasso di apertura
    Monitorare chi ha cliccato e aperto la tua mail è importante per capire quanto l’oggetto e il contenuto della campagna fosse d’interesse per il tuo pubblico. Ricordati che guardare queste statistiche senza fare confronti con altre aziende del tuo stesso settore risulterebbe un’operazione fine a sé stessa.
  • Dati E-commerce
    Mailchimp ti consente di collegare il tuo E-commerce e attivare il sistema di monitoraggio per le tue campagne così da poter visualizzare i dati di acquisto degli utenti che hanno ricevuto la tua mail.
  • Traffico del sito Web
    Grazie ad alcune integrazioni Mailchimp ti consentirà anche di monitorare il traffico proveniente dalla tua campagna verso il tuo sito internet.

Uno sguardo al concreto: ecco qualche nostro Caso Studio

centro-veneto-del-mobile

B2C - Arredamento: all'interno di una strategia complessiva di Digital Inbound Marketing, le campagne di E-mail Marketing hanno permesso di realizzare la diffusione delle promozioni e la generazione delle prenotazioni in store, quindi un maggior Traffico al sito web e una maggiore diffusione del prodotto nelle aree di presenza degli store.

+300%
Prenotazioni in store

+20%
Traffico al sito

+30%
Traffico alla pagina

climaway

B2C - Climatizzazione: all'interno del progetto complessivo di Digital Marketing, le campagne di E-mail Marketing - attraverso un'attenta pianificazione editoriale - ha contribuito all'evoluzione della strategia, andando inizialmente a lavorare in ottica Aumento Notorietà del Brand per poi man mano spostare sempre maggiore budget verso l’obiettivo Traffico al Sito fino alla Conversione finale d’Acquisto.

+35%
Sessioni utenti

+110%
Transazioni da DEM

+52%
Tasso di conversione anno su anno


Vuoi approfondire il tema dell'E-mail Marketing?

La forza della sinergia: partnership e certificazioni di MM ONE Group

loghi

 


Rimaniamo in contatto, non perdere l’occasione!

 

Ora che hai scoperto che l’E-mail Marketing si è evoluto negli anni e che mandare un numero massivo di e-mail ai tuoi clienti non porta da nessuna parte, puoi davvero prendere in considerazione l’idea che la giusta strategia per strutturare la tua campagna non si crea in poche ore.

È giunto ormai il momento di diventare il campione dell’E-mail Marketing e far fare il salto di qualità alla tua azienda. La chiave è avere metodologia e affidarsi a professionisti che conoscono il proprio lavoro e sanno come creare legami tra utenti e Brand.

Scopri le nostre innovative strategie di Digital Inbound Marketing per le imprese, entrerai in contatto con una grande realtà che da vent’anni si occupa di strategie Digital in ottica di crescita e potenziamento del Business. MM ONE saprà ascoltarti e saprà realizzare piani strategici fatti su misura per la tua azienda. Contattaci, saremo felici di rispondere a tutte le tue domande sulla gamma di servizi Digital pensati per le imprese.

seo-4


Desideri avere maggiori informazioni SENZA IMPEGNO?

Mettiti in contatto con noi: molti percorsi di successo sono iniziati proprio così.