• Call us
  • Contact us
  • Where we are

Marketing Automation: sai qual è il canale giusto per far crescere il tuo business?

10 settembre 2018

Quando un’azienda intraprende la strada del marketing 4.0 spesso si trova di fronte a un database pieno di speranze, popolato da richieste informazioni, strette di mano in fiera e informazioni dinamiche che arrivano dal Crm
Da dove iniziare? Chi contattare prima? Cosa proporre? Come proporlo?


Queste sono le prime lecite domande da porsi e, con l’approccio “sparare sul mucchio” per ottenere una lead, si rischia di cercare un ago nel pagliaio, vanificando tempo e denaro.

Questo è il grande limite dei database non segmentati: non aiutano i commerciali, o i reparti marketing, nella decisione se contattare questa e quell’altra lista di contatti.

La soluzione si chiama qualificazione delle lead.
Consiste nel segmentare i propri utenti in maniera comportamentale grazie alla Marketing Automation e, per iniziare questo percorso, bisogna avere il giusto “state of mind”. Ci spieghiamo meglio…

È pensiero comune che il successo delle attività di marketing - come la posta elettronica che approfondiremo nelle prossime righe – sia la vendita del proprio prodotto o servizio. In una strategia di Marketing Automation la misurazione del successo si gioca su altre variabili. Non ci si aspetta che in un’azione marketing verso 2000 contatti, 5 utenti acquistino, ma che si delinei ciò che viene definito, alla stessa stregua di un sito web, il funnel di conversione.
Ad esempio:

- 500 utenti non hanno aperto la mail
- 900 utenti hanno aperto la mail
- 400 utenti hanno aperto la mail e hanno cliccato sul pulsante di acquisto
- 198 utenti hanno aperto la mail e hanno cliccato sul pulsante di acquisto e sono rimasti per più di 40 secondi nella pagina del prodotto
- 2 utenti hanno acquistato quel prodotto

Ogni volta che accade questo, i tuoi Utenti ti stanno inviando dei suggerimenti sul loro grado di attenzione e preferenza verso la tua offerta e tu, ora più consapevole di cosa dovrai fare per attrarli, potrai:

- Comunicare in maniera differente in base ai segmenti delineati
- Inviare offerte in linea con i budget dei diversi profili
- Rendere veramente più efficaci i tuoi sforzi nella comunicazione
- Accrescere il tuo know how sulle preferenze espresse dai potenziali Clienti

Questo significa che il vero ROI (ritorno sull’investimento) non è immediatamente reddito, ma sopratutto conoscenza per creare delle lead qualificate che, se ben coltivate, porteranno maggiori risultati, e a più lungo termine, nella redditività delle attività di Marketing.


La disciplina della Marketing Automation si occupa di automatizzare tutti questi processi, sgravando la tua azienda dalle attività Executive e lasciando ai manager, con il supporto degli analist, di identificare le preferenze e suggerire le azioni più adatte verso i differenti segmenti.
Inoltre, è in grado di aggregare dati e informazioni da più canali, come il crm, il sito web, i social network e l’e-mail marketing.

L’esempio che abbiamo appena fatto circa l’e-mail marketing non è casuale. Infatti la Marketing Automation da il meglio di sé nelle comunicazioni via e-mail, perché questo mezzo rimane ancora il più efficace per lasciare un messaggio nelle tasche dei tuoi Prospect, ovvero la notifica di una mail ricevuta nello schermo dello smartphone.

Tale ovvietà è presto dimostrata: uno studio afferma che mediamente controlliamo lo smartphone 47 volte al giorno e la cifra sale a 86 nella fascia d’età tra i 18 e il 24 anni*.

Utilizzare quindi lo strumento diretto delle e-mail è sicuramente vantaggioso in termini di management perché:
- Comunichi direttamente con gli interessati in un mezzo a loro familiare
- Grazie alla segmentazione puoi inviare un messaggio con contenuto e linguaggio appropriato
- Grazie alle azioni degli Utenti sull’e-mail (apertura, click,..) puoi accrescere la conoscenza delle loro preferenze
- Puoi misurare in maniera iper-precisa il successo della comunicazione

Se a tutto ciò, ci aggiungiamo una strategia di comunicazione, calendarizzata in una roadmap tagliata sui segmenti di utenti, che mira ad ottemperare gli obiettivi della tua azienda, i risultati non tarderanno ad arrivare.


Nell’iniziare un’attività di e-mail Marketing Automation è importante dotarsi degli strumenti giusti. Ad oggi, i tre tools immancabili sono:

- La Business Intelligence che aggrega dati dalle differenti fonti e fornisce elaborazioni e statistiche in tempo reale

- Il Privacy Protector System, per archiviare e comunicare nel rispetto delle regole GDPR

- La piattaforma di invio e-mail veloce e intuitiva, che preveda attività di automatizzazione per raggiungere efficacemente i propri utenti.

Non ultimo, è di fondamentale importanza la lettura dei dati che generano le campagne: condividere i risultati con chi di dovere ti da l'opportunità di interpretare ciò che può risultare ovvio, ma in fondo…non lo è!


Se desideri maggiori informazioni su questi argomenti, contattaci! Saremo lieti di darti il nostro supporto.

 

Fonte: “Cellulare mania: lo controlliamo 47 volte al giorno. Come vincere l’ansia da WhatsApp?” – gennaio 2018 – Corriere TV dal Corriere della Sera

Follow us on