• Call us
  • Contact us
  • Where we are

Black Friday is coming. Il tuo eCommerce è pronto?

09 ottobre 2018

I grandi eventi online come il Black Friday, Natale e i Saldi sono sempre più attesi e sentiti dagli utenti, tanto da influenzare i loro processi d’acquisto, concentrando le spese in questi periodi “caldi”.
MM ONE nelle prossime righe offre una guida per essere preparati nel proprio eCommerce website.

 

 Black Friday

 

 

Un po' di storia… com’è nato il Black Friday?

La vera origine del “Venerdì Nero” non è ufficiale ma sappiamo che attorno agli anni ‘30, negli Stati Uniti, il giorno dopo il Ringraziamento le grandi catene di distribuzione usavano organizzare degli eventi, come parate e spettacoli, per inaugurare il periodo natalizio. Attorno agli anni ‘60 l’iniziativa si diffuse in tutta l’America trasformandosi nel giorno dello shopping, il giorno della corsa ai regali di Natale, il giorno delle promozioni.
Arrivati ai giorni nostri non ci stupiamo più di vedere code lunghissime fuori dai colossi dello shopping in prossimità dell’ultimo venerdì di novembre o all’inizio del saldi. Consumatori appostati dalle prime luci dell’alba e scene di litigi per l’ultimo pezzo sono ormai consuetudine anche nel vecchio continente.

Anche in Italia la tradizione delle promozioni offline e online si è fortificata e negli ultimi anni sempre più italiani attendono il fatidico venerdì per fare gli acquisti di Natale o permettersi l’oggetto in maniera più accessibile.
Inoltre, per favorire le vendite, il giorno del Black Friday si è trasformato nella settima del Black Friday, con offerte speciali che si trascinano lungo tutta la settimana fino al Cyber Monday, evento prettamente su Internet, che cade il lunedì successivo al Black Friday.
Comportamenti di questo tipo evidenziano in maniera sempre più netta la ormai sottilissima linea che separa gli acquisti offline dagli acquisti online. Siamo di fronte al fenomeno ormai noto dell’acquisto omnichannel.

 

 Black Friday

 

 

I numeri del 2017

L’anno scorso la spesa media dei consumatori italiani durante il Black Friday è cresciuta del +38% rispetto all’anno precedente* e il loro interesse all’acquisto è cresciuto quasi del +100%. La stessa percentuale d’incremento delle intenzioni d’acquisto si era registrata dal 2016 al 2017. Questo significa che, potenzialmente, ogni anno l’attenzione del pubblico raddoppia.

La maggior parte degli Utenti che acquistano al Black Friday e al Cyber Monday proviene dalle regioni del Centro-Nord Italia, mentre rimane ancora meno marcata l’attenzione per le regioni meridionali** e soprattutto, nessun settore è escluso. Infatti, tutti i settori merceologici sono coinvolti nell’evento: la tecnologia in primis, seguita dal fashion, dal food e dall’arredo.


Gli elementi da considerare

Che i mesi verso la fine dell’anno non siano più sottovalutabili, in una strategia di presenza online, è a questo punto cosa assodata. L’attenzione ora si sposta verso il tema dell’approccio giusto per essere pronti agli acquisti compulsivi, la corsa all'ultimo prezzo e all’impennata degli ordini da mobile. Avere una corretta strategia eCommerce, sia nel proprio website che in tutta la rete (campagne di advertising, social network,…) è indispensabile.

MM ONE ti spiega gli elementi che dovresti considerare per avere un sito pronto e performante.

1) Il cliente è mobile!

Da circa 2 anni la navigazione da dispositivi mobili ha superato quella da desktop, di conseguenza aumentano gli acquisti effettuati da smartphone e tablet. Avere un sito responsive che sia adatti alla navigazione da più dispositivi mobile è il requisito fondamentale per cogliere ogni opportunità di intercettare il cliente ed incentivarne lo shopping online durante i saldi invernali.

2) Contenuti informativi e immagini di qualità

Stai dando al tuo cliente tutte le informazioni di cui ha bisogno? Gli stai dando la possibilità di vedere il prodotto nel dettaglio e nelle differenti varianti? Immagini e contenuti di qualità possono rappresentare il dettaglio che fa la differenza, poiché rispondono in anticipo alle domande dell’utente, soddisfacendo la sua curiosità sul prodotto e la sua necessità di informazioni. Vendi abbigliamento online? Illustra nel dettaglio le caratteristiche del capo: taglia e relativa tabella delle taglie con misure precise, ma anche composizione, vestibilità, dettagli, luogo di fabbricazione, descrizione che racconti il prodotto e lo contestualizzi attraverso riferimenti allo stile, alle occasioni d’uso, ecc.

3) Dai spazio al Customer Feedback

Ispirare fiducia attraverso le recensioni dei clienti, sia a livello di prodotto che di valutazione del servizio ricevuto. I migliori ambassador di un brand o di un negozio online sono le persone, quelle che hanno già comprato il prodotto e/o usufruito del servizio e ne sono rimasti soddisfatti. Nella maggior parte dei casi, chi si è trovato bene con un determinato servizio o prodotto lo ricomprerà e lo consiglierà anche ad amici, parenti e conoscenti. Chi meglio di loro può dare una recensione veritiera e creare fiducia nel prossimo?

4) Crea Attesa e Urgenza

Mettere le persone nel giusto mood per effettuare gli acquisti attraverso l’email marketing e la comunicazione sui social che ricordino l’avvicinarsi del fatidico giorno contribuisce a creare aspettativa e coinvolgere gli utenti. Allo stesso tempo, una volta entrati nel vivo del periodo promozioni, bisognerà mantenere alto l’interesse e incoraggiare l’acquisto immediato attraverso copy persuasivi e offerte limitate nel tempo, oppure offrendo vantaggi a chi effettua un acquisto immediato – sconto o spedizione gratuita – per finalizzare l’acquisto ed evitare carrelli abbandonati.

5) Attenzione al check-out

A propostio di carrello, il check-out, cioè la finalizzazione dell’acquisto, è importante tanto quanto la user experience in fase di navigazione. Eliminare tutti gli step non necessari che rallentano e rendono difficoltoso l’acquisto rendendo meno fluida l’esperienza dell’utente. Se è importante che il tuo e-commerce sia facile da navigare, è altrettanto importante per l’utente poter acquistare facilmente ciò che gli stai vendendo. L’ideale? Non più di 3 click per concludere l’acquisto.

6) Automatizzazione delle comunicazioni

Carrelli abbandonati, acquisti non finalizzati, richieste info che non hanno convertito, sono tutte opportunità per la Marketing Automation. Automatizzare le mail di recupero carrello o suggerire automaticamente ai tuoi Utenti le migliori offerte in base ai loro interessi, sono solo alcune delle possibilità offerte da questa disciplina. Oppure, stimolare l’acquisto con gli occasionali pop-up che informano i visitatori del sito di sconti sul primo acquisto, promozioni e spedizioni gratuite a fronte di una spesa minima. Questa tipologia di pop-up non invasiva può rappresentare il trigger che stimola le persone a compiere un’azione (l’acquisto o l’iscrizione alla newsletter) o a non abbandonare il sito senza aver lasciato il proprio indirizzo email. Utilità doppia quindi, sia dal punto di vista delle conversioni che della costruzione di un database per l’email marketing. Sei interessato? Leggi qui

 

Se desideri valutare lo status del tuo sito eCommerce, o desideri aumentare le possibilità di vendita in occasione dei grandi eventi commerciali contattaci. Saremo lieti di suggerirti la migliore strategia digitale!

 

* Fonte: Com’è stato il Black Friday l’anno scorso? black-friday.sale
** Italiani sempre più interessanti al Black Friday: aumento di oltre il 99%, soprattutto per gli smartphone (foto) - smartworld.it

Follow us on