• Call us
  • Contact us
  • Where we are

A due mesi dal GDPR Day, come sono messe le PMI italiane online?

23 luglio 2018

Dal 25 Maggio 2018 il Regolamento Europeo sulla Privacy non è più trascurabile.
Alcune aziende non hanno ancora intrapreso la strada per l’adeguamento e altre non lo hanno concluso del tutto. Gli interrogativi su come essere in regola nei siti web sono ancora molti.
MM ONE Group fa una fotografia dello scenario e consiglia i passi per l’adeguamento al GDPR online.

Secondo una ricerca pubblicata su lastampa.it * a fine 2017 il 21% tra le aziende che conoscono il GDPR affermava di non essere a norma, il 59% affermava che si stava adeguando e il 78% dei responsabili IT delle aziende dichiara di non aver compreso chiaramente l’impatto della nuova normativa o non ne è a conoscenza.

ricerca

 

A luglio 2018 la situazione non è migliorata di molto e le domande sono ancora molte:

Come mettersi in regola con il GDPR?
Come comportarsi online in relazione al GDPR?
Posso continuare a raccogliere dati nel mio sito?
Posso continuare a inviare le newsletter?
Cosa rischio se non rispetto le regole?
Che soluzioni?

Vediamo insieme i passi da fare per essere presenti online con la propria attività serenamente.

PASSO 1: il tuo consulente privacy

La prima azione indispensabile è valutare con il consulente privacy la propria situazione, definire lo status delle proprie informative e le finalità dei trattamenti sui dati raccolti. Dati personali, dati sensibili, consensi per la ricezione, tutto va visionato e ri-definito se considerato non a norma con il GDPR. Inoltre, vanno definiti i ruoli di titolare, responsabile, dopo e incaricati al trattamento dei dati se necessario.

 

PASSO 2: adeguamento dei prodotti web

Chi ha un sito web, o un APP, probabilmente al suo interno ha dei form per la raccolta dei dati degli utenti. Iscrizione alla newsletter, richiesta informazioni, acquisto di articoli o prenotazioni, richieste di preventivo sono solo alcuni esempi in cui l’utente rilascia dei dati.
Questi form devo assolutamente essere adeguati al GDPR, ovvero i consensi al trattamento e le informative vanno espressi nelle forme contemplate dal Regolamento Europeo.

 

PASSO 3: conservare e gestire i dati correttamente

Anche in questo caso vanno rispettate le volontà del GDPR. Conservare i dati in maniera sicura, su server certificati e con alti livelli di prevenzione dei rischi ma anche consentire l’accesso solo agli autorizzati rispettando i livelli di lettura/scrittura dei dati delle figure di titolare, responsabile, DPO, terzi e incaricati al trattamento dei dati degli utenti.

 

PASSO 4: Dotarsi degli strumenti giusti GDPR compliance

Avere una piattaforma che si occupa dell’adeguamento dei prodotti web è indispensabile.
DATAONE Privacy Protector System di MM ONE Group è lo strumento unico e completo dedicato a tutti i possessori di siti web, per essere in regola con il regolamento europeo. È nato per essere integrato nei siti web che, attraverso un semplice widget, permette di adeguare ogni pagina web in cui vengono raccolti i dati degli utenti, al regolamento europeo sulla privacy Ue 2016/679.

 widget

Inoltre, il Privacy Protector Sysyem permette agli operatori incaricati del trattamento dei dati personali e sensibili degli utenti di operare in un’interfaccia back-end semplice ed intuitiva per agire nel rispetto della legge, senza incorrere in errori che sfocerebbero in segnalazioni e/o sanzioni.
La definizione dei ruoli di titolare, responsabile ed incaricato del trattamento dei dati (previsti nel GDPR), permette di definire diversi livelli di accesso, lettura e scrittura delle informazioni per evitare le situazioni di data-bridge, ovvero fuga incontrollata dei dati, punita dalla legge.

PASSO 5: non smettere mai di fare attività di marketing

Grazie a DATAONE è possibile ottenere liste di utenti che hanno dato il consenso, nel rispetto delle esigenze del GDPR, alla ricezione delle newsletter. In questo modo le aziende non devono smettere di fare quelle attività di marketing e di advertising, vitali per il proprio business. Inoltre, la piattaforma DATAONE è collegata con i sender e-mail più diffusi come MailUp e MailChimp.

Se desideri maggiori informazioni su DATAONE, non esitare a contattarci.

* Fonte: "Privacy Shield e trattamento dei dati: cosa cambia col nuovo Regolamento europeo" - lastampa.it

Follow us on