Saldi invernali 2018: 6 consigli per preparare il tuo e-commerce

Qual è l’evento più atteso dell’inverno dopo il Natale? I saldi invernali ovviamente! Sconti, promozioni allettanti e offerte imperdibili che attirano le persone nei negozi fisici e online a caccia di affari. I saldi invernali sono l’occasione tanto attesa da donne e uomini per acquistare capi di abbigliamento a prezzi convenienti e in questo modo rinnovare o integrare il proprio guardaroba con capi alla moda e di stagione.

Generalmente i saldi invernali iniziano poco prima dell’Epifania, quindi intorno al 5 gennaio, e si protraggono fino al mese di febbraio, in certi casi anche marzo. Molti negozi però mettono già in atto promozioni anticipate anche prima dell’inizio ufficiale dei saldi, attraverso promozioni dedicate ai clienti più fedeli e saldi privati.

La sfida per i brand? Attirare gli utenti ad approfittare dei saldi online, acquistando negli e-commerce.

 

Lo shopping online durante i saldi invernali è diventato la scelta di coloro che vogliono evitare lunghe code ai camerini e resse nei negozi. La strategia più diffusa per non sbagliare? Provare prima in negozio i capi prescelti ed acquistarli poi nello store online o in marketplace di fiducia, per ricevere tutto comodamente a casa evitando così il caos di negozi e outlet durante i saldi.

Secondo le ricerche, il 94% dei consumatori digitali italiani confronta frequentemente i prezzi online per trovare l’affare migliore*. La maggior parte di questi si concentra al Nord Italia e diminuisce mano a mano che si scende verso il sud dello Stivale. Il 39% degli e-consumer italiani si trova in Valle d’Aosta e Trentino Alto Adige, seguite da Lombardia e Veneto con rispettivamente il 38% e 37% .

 

Per chi ha un e-commerce, i saldi invernali sono un evento da preparare al meglio curando nel dettaglio tutti quegli aspetti che incentivano l’acquisto online da parte dei clienti. Ecco di seguito 6 consigli utili per vendere online durante i saldi invernali:

 

1) Dai spazio al Customer Feedback

Ispirare fiducia attraverso le recensioni dei clienti, sia a livello del singolo prodotto sia di valutazione del servizio ricevuto. I migliori ambassador di un brand o di un negozio online sono le persone vere, quelle che hanno già comprato il prodotto e/o usufruito del servizio e che ne sono rimasti soddisfatti. Nella maggior parte dei casi, chi si è trovato bene con un determinato servizio o prodotto lo consiglierà anche ad amici, parenti e conoscenti. Chi meglio di loro può dare una recensione veritiera e creare fiducia nel prossimo?

 

2) Crea Attesa e Urgenza

Mettere le persone nel giusto mood per effettuare gli acquisti attraverso l’email marketing e la comunicazione sui social che ricordino l’avvicinarsi del fatidico giorno – l’inizio dei saldi invernali – contribuisce a creare aspettativa e coinvolgere gli utenti. Allo stesso tempo, una volta entrati nel vivo dei saldi, bisognerà mantenere alto l’interesse e incoraggiare l’acquisto immediato attraverso copy persuasivi, offerte limitate nel tempo e prodotti in disponibilità limitata, oppure offrendo vantaggi a chi effettua un acquisto immediato – sconto o spedizione gratuita – per finalizzare l’acquisto ed evitare carrelli abbandonati.

 

3) Attenzione al check-out

Il check-out, cioè la finalizzazione dell’acquisto, è importante tanto quanto la user experience in fase di navigazione. Eliminare tutti gli step non necessari che rallentano e rendono difficoltoso l’acquisto rendendo meno fluida l’esperienza dell’utente. Se è importante che il tuo e-commerce sia facile da navigare, è altrettanto importante per l’utente poter acquistare facilmente ciò che gli stai vendendo. L’ideale? Non più di 3 click per concludere l’acquisto.

 

4) Contenuti informativi e immagini di qualità

Stai dando al tuo cliente tutte le informazioni di cui ha bisogno? Gli stai dando la possibilità di vedere il prodotto nel dettaglio e da ogni angolazione? Immagini e contenuti di qualità possono rappresentare il dettaglio che fa la differenza, poiché rispondono in anticipo alle domande dell’acquirente, soddisfando la sua curiosità sul prodotto e la sua necessità di informazioni. Vendi abbigliamento online? Illustra nel dettaglio le caratteristiche del capo: taglia e relativa tabella delle taglie con misure precise, ma anche composizione, vestibilità, dettagli, luogo di fabbricazione, descrizione che racconti il prodotto e lo contestualizzi attraverso riferimenti allo stile, alle occasioni d’uso, ecc.

 

5) I Pop-up

Stimola l’acquisto con gli occasionali pop-up che informano i visitatori del sito di sconti sul primo acquisto, promozioni e spedizioni gratuite a fronte di una spesa minima. Questa tipologia di pop-up non invasiva può rappresentare il trigger che stimola le persone a compiere un’azione (l’acquisto nel nostro caso) o a non abbandonare il sito senza aver lasciato il proprio indirizzo email. Utilità doppia quindi, sia dal punto di vista delle conversioni che della costruzione di un database per l’email marketing.

 

6) Il cliente è mobile!

Ultimo ma non per importanza, il design del tuo ecommerce: pensa mobile! La navigazione da dispositivi mobili ha superato quella da desktop, di conseguenza aumentano gli acquisti effettuati da smartphone e tablet. Avere un sito responsive che sia adatti alla navigazione da più dispositivi mobile è il requisito fondamentale per cogliere ogni opportunità di intercettare il cliente ed incentivarne lo shopping online durante i saldi invernali.

 

Fonte: https://www.idealo.it/magazine/2017/01/23/saldi-invernali-2017-linteresse-degli-italiani-regione-per-regione/