Vendita di calzature online: quali aspetti considerare per creare una strategia digitale efficace

Le scarpe: vero e proprio feticcio per alcuni, oggetto del desiderio per la maggior parte delle donne che ne possiedono decine e decine di paia nei loro armadi, una per ogni occasione.

I numeri del segmento calzature? Secondo le previsioni del portale Statista il mercato delle calzature online raggiungerà i 115,904 milioni di dollari nel 2021, con un tasso di crescita annuo dell’11.7%*. Attualmente il mercato globale della scarpa online ammonta a US$74,490 milioni. Chi fa la parte del leone nell’acquisto? La Cina, che nel solo 2017 genera 31,755 milioni di dollari di revenue.

Dai business più giovani a quelli più affermati, tanti brand del settore hanno intuito l’utilità del digital dotandosi di uno shop online e implementando strategie di web marketing per diffondere la conoscenza del brand anche sul web: dall’utilizzo dei social network per comunicare e interagire con il pubblico, alle attività di promozione come le campagne pubblicitarie legate alla figura degli influencer, che sempre più spesso vengono ingaggiati come veri e propri testimonial dei brand poiché, con la loro fan base di fedelissimi che con loro si identificano, creano un maggiore coinvolgimento intorno al marchio. Coinvolgere il pubblico del web con contenuti di qualità permette di creare una community di utenti affezionati, veri e propri brand ambassador.

Ma come creare una strategia di web marketing per la vendita di calzature online?

Come per ogni settore, conoscere il proprio target è il primo e imprescindibile step che permetterà di identificare i nostri acquirenti e, cosa ancor più importante, i loro comportamenti d’acquisto. Capire infatti chi acquista e come acquista, ci permette di individuare le azioni utili da mettere in campo, creando una strategia su misura per il raggiungimento del nostro obiettivo.

Nel caso specifico dell’acquisto di calzature, sia online che offline, spesso l’acquisto non parte da una reale necessità, bensì da uno stimolo, una scoperta avvenuta casualmente passeggiando davanti alle vetrine o navigando in rete su shop online. È ben deducibile quindi l’importanza dell’esposizione del prodotto, che deve essere accattivante e invogliare all’acquisto, e della user experience, che deve essere piacevole e semplificare il processo di acquisto attraverso una divisione del catalogo prodotti per categorie e la possibilità di filtrare la ricerca. L’acquisto di scarpe è un processo spesso immediato: lo vedo, mi piace, lo compro, senza soppesare eccessivamente i pro e i contro come si farebbe con altre tipologie di prodotti.

Altre volte l’acquisto parte invece da un bisogno che deve essere soddisfatto: un evento particolare che richiede una calzatura specifica, un outfit che necessita di un paio di un determinato paio di scarpe abbinate, e così via. In questo caso l’utente tende a rivolgersi al negozio di fiducia, sia che si tratti del negozio online che di quello fisico. In questo caso la strategia punterà alla fidelizzazione del cliente: sconti, promozioni dedicate, ecc… fidelizzazione che nel caso del canale online si realizza attraverso l’email marketing, con l’invio di mail e offerte personalizzate.

Un altro strumento utile a disposizione di un e-commerce di calzature è il cross-selling, utilizzato spesso negli shop online che vendono sia calzature che abbigliamento e che avviene proponendo accessori o capi coordinati alle scarpe – e viceversa - per completare l’outfit e quindi vendere più di un prodotto contemporaneamente.

 

Fonte:

*https://www.statista.com/outlook/250/141/shoes/italy#takeaway