La casa si arreda online: +48% di acquisti online in Italia nel 2016

Si è da poco concluso Homi 2017 a Fiera Milano Rho, il Salone degli Stili di Vita aperto ad operatori professionali ed esperti del design e dell’arredamento. L’evento offre una interessante panoramica sul mondo dell’arredo: stili, tendenze, mode, ma anche comportamenti di acquisto ed evoluzione della customer journey. Il nuovo luogo privilegiato di incontro tra domanda e offerta nel settore è oggi infatti l’online: secondo le stime ben il 56% degli italiani utilizza internet per acquistare oggetti di arredo casa e giardinaggio.

L’acquisto online di arredamento: le motivazioni

Le aziende hanno saputo capire l’opportunità data dai canali online e coglierla nel momento più opportuno, e gli utenti hanno approfittato di ciò premiando così le aziende più intraprendenti che hanno saputo portare la loro offerta sul digitale in modo accattivante e intelligente.

A guidare il trend degli acquisti online di arredo i Millennials, vera e propria forza trainante della rivoluzione digitale degli ultimi anni. La celeberrima fascia di utenti che per prima si è approcciata al digitale e ai suoi canali, ricerca da un lato il risparmio, facendo le sue ricerche online tra i vari operatori del settore e comparando prezzi e offerte; dall’altro presta attenzione ai trend, con un occhio di riguardo a quei brand che sanno proporre articoli di design originali, tecnologici, in linea con le mode del momento e capaci allo stesso tempo di migliorare la vita e il comfort della casa.

Tendenza dimostrata anche dalla ricerca sugli acquisti online in Italia nel 2016 condotta dall’Osservatorio Netcom B2C, secondo il quale tra i settori maggiormente in crescita nel panorama e-commerce abbiamo proprio l’arredamento, con un +48% e un valore complessivo di oltre 650 milioni di euro.

Le strategie digitali per vendere arredo online

Sfruttare al massimo i canali digitali, presidiando quelli più adatti al raggiungimento dei nostri obiettivi e distribuendo contenuti utili, coinvolgenti e capaci di comunicare con il pubblico è una delle chiavi per raggiungere gli utenti e ottenere visibilità.

Dal punto di vista dei contenuti un e-commerce di arredamento declinerà la sua strategia ad esempio verso la creazione di schede prodotto esaustive, ricche di tutte le informazioni utili quali dimensioni e materiali, ma cercando al tempo stesso di contestualizzare il prodotto, suggerendo accostamenti, utilizzi e avvalendosi magari dello storytelling per rendere meno impersonale l’oggetto (Da dove arriva? Chi l’ha fatto? Cosa c’è dietro al prodotto finito?).

I canali social permetteranno di comunicare in modo diretto con il proprio pubblico, illustrando i prodotti e facendo conoscere offerte, promozioni, vantaggi. L’aspetto visivo riveste sicuramente un ruolo di spicco nella comunicazione digitale di un brand d’arredo, quindi spazio ad immagini selezionate e alla loro diffusione sui canali social più “visivi” come Instagram, dove esaltare il design degli arredi.

Originalità, contenuti di valore, capacità di presidiare i canali online differenziandosi e creando una brand identity sono alla base della strategia digitale per un e-commerce di arredo.

 

Fonte:

https://www.osservatori.net/it_it/osservatori/executive-briefing/la-ecommerce-in-italia-cresce-del-18-e-sfiora-i-20-miliardi-di-a-nel-2016